Sabato, Agosto 17, 2019
 29 visitatori online
TEXT_SIZE
Associazione Andrea Pescia
Avvenire.it - Lucia Capuzzi lunedì 11 marzo 2019

Dopo l’assassinio del figlio, i Pescia a Fortaleza hanno creato un istituto nella favela brasiliana Garibaldi

La prima cosa che Bruno Pescia ha notato del Brasile è stato il volto serio dei piccoli della favela Garibaldi di Fortaleza, costretti a crescere troppo in fretta. Probabilmente, era stato un bimbo con il viso da adulto anche Paulo Henrique Soares Pereira, il 17enne che aveva massacrato suo figlio Andrea il 10 febbraio 2006. Quest’ultimo aveva lasciato l’Italia sette anni prima per lavorare nel turismo. Era, così, arrivato a Fortaleza, una delle perle turistiche del Gigante latinoamericano. Là si era fidanzato e aveva avuto un figlio, André Junior. Quel paradiso delle vacanze aveva ed ha, tuttora, una faccia oscura, fatta di violenza e diseguaglianza.
Era venuto da questa Fortaleza il killer che ha spezzato la vita di Andrea durante una rapina finita male.

«Le autorità non ci hanno nemmeno avvertito quando è morto. Ce l’hanno detto il giorno dopo. Subito ci siamo precipitati a Fortaleza», racconta Bruno Pescia. Un viaggio drammatico. «Le autorità ci hanno lasciati soli. Abbiamo dovuto fare noi le indagini che hanno portato all’arresto dell’assassino, poi condannato a 16 anni. In ogni caso, il giovane è fuggito nel 2013, mentre era in permesso premio».
Per sopravvivere a tanto dolore, la famiglia Pescia ha scelto una forma insolita di resistenza. Bruno e la moglie, Daniela Patron, hanno deciso di creare un luogo dove i bambini di Garibaldi imparassero a sorridere. È nata così, nel 2009, la Escola Andrea Pescia. «All’inizio avevamo 60 allievi, ora sono quasi 200 e ce ne sono altri cento in fila, solo non abbiamo i fondi – prosegue Bruno –. Oltre all’asilo per bimbi fino a sei anni, abbiamo anche un doposcuola per tenere i ragazzini lontano dalla strada. Lo sforzo economico è molto impegnativo, le difficoltà sono tante ma vedere i nostri alunni sorridere sempre ci ripaga di tutto. La Provvidenza, però, ci aiuta attraverso tante persone di buona volontà. Ad esempio, la direttrice, Maria Auremir Medeiros offre il suo lavoro gratuitamente».

Courtesy Avvenire - Vai al sito: Avvenire.it

e leggi l'articolo originale !


Dal 2015, da quando cioè è nato il Nuovo SitoWeb della Associazione, le visite sono decollate sino a superare a Marzo 2019 il milione di Amici che hanno voluto conoscere meglio la nostra dfficile ma meravigliosa storia che è diventata una avventura che ha del Miracoloso. Nella triste mancanza di alcun aiuto da parte del Brasile e anche dalla indifferenza delle Istituzioni italiane, sostenuti dai tanti volontari in Italia e da qualche Amico di buona volontà siamo riusciti a costruire una Escola felice Risatona dove i Bimbi studiano, giocano, mangiano in abbondanza e sorridono sempre. Nel 2009 erano una sessantina i piccoli ospiti della struttura che poi dopo un paio di ristrutturazioni ora accoglie oltre 250 Bimbi.  Oggi la Escola è stata ridipinta e messa a nuovo anche all'interno e dona una immagine di solida tranquilltà.

Cosi i nostri Bimbi con la B maiuscola continuano a sorridere felici e protetti in un mondo per loro migliore.


2009: Fortaleza con me due sorridenti e bellissime Bimbe, sto camminando in visita nella Favela Garibaldi, vicino alla Escola di Andrea.

2019: straordinaria emozionante chat su FaceBook e una ragazza mi informa, cerchiando la sua giovane immagine e mi dice che ha visto quella foto sulla mia pagina e che è lei assieme a me e ad una amichetta, il suo nome è Grassinha, bellissima allora come adesso.

SUCCEDONO SPESSO COSE STRAORDINARIAMENTE STRAORDINARIE NEI SOCIAL ED ECCO LA LORO UTILITA' SE BEN USATE Risatona





Redazione Internet de L'Avvenire: venerdì 18 gennaio 2019

Il fumo ha invaso le aule e danneggiato la facciata. Per fortuna le lezioni erano sospese. La capitale dello stato del Cearà è da settimane nel mirino di bande potenti e organizzate. Si fa sempre più drammatica la situazione a Fortaleza, capitale dello stato del Cearà, nel Nordest del Brasile. Una splendida città, famosa per le sue spiagge, che però deve fare i conti con una criminalità dilagante...

LEGGI ARTICOLO COMPLETO


Altri articoli...

Pagina 2 di 30

2

Campagna Sostegno 2019

Omaggistica

Fai una donazione attraverso paypal.

Condividi Pagina

Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per la profilazione e per migliorare l'esperienza di navigazione. Se non accetti l'utilizzo parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. Maggiori Informazioni.

Accetto i cookies di questo sito.

EU Cookie Directive Module Information